Crea sito

Angelina La Selva pellegrina e forestiera

Lunedì 17 settembre nella chiesa di S. Antonio Abate sarà ricordata a cinquant’anni dalla morte Angelina La Selva ofs, una delle figure più rilevanti di laicato cattolico sammarchese, una vita tutta dedita alla carità. Ministra del Tof, fondatrice della locale Ac, animatrice dei Comitati Civici voluti da Pio XII, apostola di Vangelo e peregrina nell’intera penisola. Propagandista nazionale di Ac, apprezzata e desiderata da tanti, laici, sacerdoti e vescovi, che si intrattenevano volentieri con lei e l’ascoltavano con attenzione, affidandole incarichi anche delicatissimi.

L’impegno sociale di La Selva è stato rivolto soprattutto ai giovani indigenti della cittadina garganica, per i quali organizzava colonie estive, confezionava corredi nuziali con lo stipendio di farmacista che riscuoteva dal padre, bussava alle porte dei potenti per un po’ di lavoro e dignità, presiedeva il patronato comunale dell’Onmi (Opera nazionale per la protezione delle madri e dell’infanzia). Figlia spirituale di Padre Pio, amica confidente di Armida Barelli, vicina al vescovo di Foggia Servo di Dio Mons. Farina, viene oggi così riscoperta e additata quale modello di autenticità cristiana e francescana.

Eccone il testamento spirituale: «Chiedo perdono a Dio per non avere assolto con doverosa perfezione i miei impegni con Lui. Chiedo perdono ai miei familiari, conoscenti e tutti quelli che ho incontrato nel cammino della mia vita, di non averli edificati con la mia condotta. Nonostante la mia scarsa virtù, ho cercato sempre di passare nel mondo come pellegrina e forestiera. Il Signore nella sua infinita misericordia e bontà voglia aprirmi le braccia perdonandomi ed accogliendomi nel suo Regno eterno. San Marco in Lamis, 7 ottobre 1951».

La Comunità parrocchiale, la Fraternità Ofs, l’Azione Cattolica, la sua famiglia dedicheranno alla memoria un intero pomeriggio, celebrando l’Eucarestia e presentando un libretto biografico ricco di interventi e testimonianze curato per l’occasione.

.

L’intervento del Ministro Ofs Luigi Ianzano

.